martedì 13 ottobre 2009

Elar, racconti di ruolo in un mondo steam-fantasy


Eccolo.
Dopo circa 5 anni la versione definitiva di Elar va in stampa.
Non so cosa scrivere in questo caso, perché parlare di se stessi non è facile.
E' stato un progetto controverso. Intorno a questo gioco sono nate amicizie, alcune sono finite per causa sua, ho viaggiato molto per portarlo al pubblico e sono stato chiuso in casa per correggerlo, modificarlo, rivederlo.
Questo è il risultato di un percorso, che mi ha portato dai Libri Game di Lupo Solitario (nel lontanissimo 1986) alle teorie moderne di game design, in un crescendo di rifiniture che penso abbia ottenuto un meccanismo di gioco in grado di "far girare" il divertimento come un orologio fa girare le sue lancette.
Forse è un po' pretenzioso, ma ogni singola regola, tecnica di gioco ed esempio del loro utilizzo è pensato per far capire come schemi semplici possono generare risultati complessi e interessanti, apprezzabili per la fluidità con cui producono intrecci di narrazione virtualmente infiniti.
Non c'è solo teoria di gioco dietro a questo manuale. C'è teoria di gioco applicata a teoria della narrazione scritta, con i modelli, i crismi e anche i termini che identificano la scrittura novellistica.
Sembra che sia una cosa complessa, in realtà è quello che si vede: un bordo rosso, una donna in armatura con la pistola alzata e una pagina bianca "da riempire".
"In questo libro il protagonista sei tu".
















Nessun commento:

Posta un commento